L’Arte aiuta l’Arte Concerto di beneficenza per sostenere la ricostruzione del teatro di VISSO

residart-51-copia

Mimi Jung e

%e5%bd%a9%e3%80%81%e3%83%97%e3%83%ad%e3%83%95%e3%82%a3%e3%83%bc%e3%83%ab%e5%86%99%e7%9c%9f

Aya Kitaoka

Camerata Picena ed i Solisti di Residart si mobilitano per la rinascita del Teatro di Visso

La sera del 18 novembre la sala Don Puglisi del Castello del Cassero si è riempita di un pubblico fedele ed attento per sostenere un’iniziativa di aiuto alla rinascita delle nostre terre colpite dal terremoto.

Abbiamo più volte parlato in queste pagine dell’iniziativa di residenze d’artisti (Residart), del Festival-Master Class di Violino e dell’impatto molteplice su un territorio sempre più vasto coagulatosi attorno a questo esperimento edificante dai risvolti professionali, educativi, culturali ed affettivi. Abbiamo messo il Cassero al centro di un villaggio globale venuto a crearsi attorno alle famiglie di un’area che va da Ancona ad Agugliano, ad Osimo, Polverigi e Jesi, che ospitano grandi talenti del violino, sia giovani che già affermati, provenienti da tutto il mondo.

Se l’impatto del progetto è stato immediatamente percepibile dal pubblico, lo è stato meno l’impatto sui nostri ospiti giovani e meno giovani, e sulla loro sensibilità personale.

La tragedia umana e socio-economica  del sisma, che dal mese di agosto continua a martoriare il Centro Italia, ci fa scoprire oggi  quanto l’immersione di questi artisti nella vita quotidiana della nostra terra  abbia significato immersione nelle nostre gioie e … dolori.

Su iniziativa di alcuni di questi giovani artisti e col sostegno morale e pratico del  Maestro Horigome e del  Maestro Van de Velde, il Comune di Camerata Picena e Residart hanno potuto organizzare un Concerto di beneficenza a favore della ricostruzione di uno dei tanti pezzi del nostro patrimonio andati distrutti a seguito del sisma : il teatro di Visso.

Due talenti, fra i più brillanti Solisti di Residart,  sono venuti  espressamente per suonare per  il nostro pubblico sempre più numeroso e  competente.

Aya Kitaoka, giapponese, e Mimi Jung, statunitense, hanno allietato con brani di Leclair, Bach, Paganini ed Ernst, un pubblico pronto ad accorrere al richiamo della bella musica e della solidarietà. La raccolta di fondi, alla quale hanno contribuito anche da lontano i Solisti di Residart con le loro famiglie ha fin’ora raggiunto la cifra di 2000 €.  Ma sappiamo che altri versamenti sono in corso.

Senz’altro si tratta di una goccia nel mare delle necessità a cui provvedere ma questo gesto ci fa sentire parte di una catena umana senza frontiere a cui ognuno puo’ apportare un piccolo ma solidissimo anello.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...